Copia (e canta) che ti passa..la rivoluzione delle cover


Ormai è eclatante, e il periodo altro non è il clima migliore affinche’ questo virus si sprigioni con tutta la sua potenza..

Sto parlando delle cover di brani gia’ famosi, che ormai da classica attitudine delle band in erba, che emulavano i loro miti rifacendone i pezzi (anche perche’ spesso con i propri sarebbero durati meno di 20 minuti) si è trasformata in una vera e propria moda in grado di lanciare nuove band e cantanti.

La parola d’ordine è pero’ rinnovare, ribaltare, completamente rivoluzionare la canzone originale..e se poi se ne fa una versione che strizza l’occhio al jazz, bossanova, soul..bhe’, il successo è quasi assicurato..qualche esempio?

Impossibile non citare uno dei primi progetti creati espressamente con questo scopo, si tratta dei Rhythms del Mundo, progetto che invita band tra le piu’ popolari a rielaborare i loro pezzi (o pezzi classici) secondo sonorita’ piu’ soft che strizzano l’occhio alla bossanova e a suoni con fiati e percussioni al fien di fare beneficenza..vi lascio alla loro canzone forse piu’ famosa..

Sono invece piu’ recenti i successi dei the Baseball (sul loro sito l’opportunita’ di scaricare gratis la loro versione di RUDOLPH THE REDNOSED RAINDEER), che rielaborano diverse canzoni da ‘hit’ degli ultimi tempi con sonorita’ decisamente rock&roll e rockabilly.. Un piccolo appunto personale? Sopratutto negli acuti a me il cantante ricorda Cher..e questo non è un complimento..

Meno famosi, addirittura oserei dire sconosciuti (ma a mio parere moldo divertenti) sono i Pink Turtle che rifanno in chiave jazz diversi successi del passato nel loro omonimo album (sono cmq inseriti in diversi album jazz che strizzano l’occhio al pop)

Per chiudere cito un ragazzo francese che penso proprio nel 2011 possa uscire dall’anonimato, si chiama Ben l’oncle Soul, si è imposto sulla rete grazie alle numerose cover di pezzi famosi rifatti in chiave soul, alcuni presenti sul suo primo album..

ora vi saluto che vado a suonare una cover in acustico di rhythm is a dancer..ah, lo hanno gia’ fatto? Peccato..

Advertisements

2 risposte a “Copia (e canta) che ti passa..la rivoluzione delle cover

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...